ITA | ENG
Contrasto: Cambia il contrasto dei colori di questa pagina Cambia il contrasto dei colori di questa pagina
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Impegni relativi alla rete di accesso

A conclusione del dialogo instaurato Telecom Italia ha assunto degli impegni precisi nei confronti di AGCOM per migliorare l’efficacia della separazione amministrativa introdotta nel 2002 (Delibera 152/02/CONS) tra la Funzione Wholesale, preposta alla vendita dei servizi agli altri operatori e le Funzioni Retail.

Gli impegni tengono in considerazione le proposte di integrazione e modifica avanzate dall’AGCOM, le considerazioni delle associazioni dei consumatori e degli operatori concorrenti e anticipano in modo sostanziale alcuni principi indicati nella proposta di Raccomandazione sulla NGA (Next Generation Access) della Commissione Europea.

Gli impegni(2), che si suddividono in 14 gruppi a cui vanno aggiunti 3 impegni metodologici (Variazione, Scadenza, Modulazione), hanno le seguenti finalità:

  • integrare e rafforzare in modo significativo il quadro regolamentare vigente in materia di parità di trattamento, sia tecnica che economica, con riferimento ai processi di produzione dei servizi di accesso all’ingrosso da parte della Funzione Open Access, preposta alla gestione della rete di accesso;
  • rendere trasparenti le condizioni economiche di cessione interna (c.d. transfer charge) corrispondenti ai sevizi SPM (Signifi cativo Potere di Mercato) forniti da Open Access alle funzioni commerciali di Telecom Italia, attraverso una evidenza contabile separata di Open Access, necessaria a verificare l’equivalenza tra i transfer charge e le corrispondenti condizioni economiche applicate agli operatori;
  • assicurare la soddisfazione degli operatori e dei clienti finali, anche attraverso la riduzione del contenzioso, mediante lo sviluppo e il miglioramento qualitativo della rete fissa d’accesso e dei relativi servizi;
  • rendere l’evoluzione della rete fi ssa di accesso di Telecom più trasparente per gli operatori, attraverso la comunicazione dei Piani tecnici per la qualità e lo sviluppo delle infrastrutture;
  • garantire il mantenimento di condizioni concorrenziali nella transizione verso le reti di nuova generazione, allo scopo di assicurare la realizzazione di una rete aperta sulla base dei principi che emergono dal quadro normativo europeo e, in particolare, dalla citata proposta di Raccomandazione della Commissione Europea.

L’assunzione degli impegni è coerente con l’evoluzione delle linee strategiche di Telecom Italia, mirate ad una sempre maggiore attenzione alle esigenze dei clienti wholesale e retail e ad un rapporto sempre più costruttivo con AGCOM. Gli impegni di Telecom Italia si collocano peraltro in uno scenario di notevole apertura del mercato dell’accesso che vede già 3,85 milioni di linee in unbundling (a fine 2008).

Gli impegni risulteranno idonei a favorire un effettivo sviluppo della concorrenza e determineranno il superamento di gran parte dei potenziali “rischi competitivi” derivanti dalle possibili condizioni privilegiate di accesso alla rete fissa, nonché l’aumento del grado di concorrenzialità in tutti i mercati retail e wholesale collegati alla rete di accesso.

(2) Per una lista completa degli impegni si rinvia al sito www.agcom.it.