ITA | ENG
Contrasto: Cambia il contrasto dei colori di questa pagina Cambia il contrasto dei colori di questa pagina
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Attività associativa

Attività di collaborazione con i concorrenti a livello nazionale


Confindustria e associazioni di categoria
Telecom Italia è impegnata nell’attività di gestione dei rapporti associativi e nel coordinamento delle attività di rappresentanza nei confronti di Confi ndustria e delle associazioni che di essa fanno parte. Le iniziative a livello nazionale e locale, che in alcuni casi sono oggetto di concertazione con i concorrenti, consistono nello svolgimento di azioni e incontri relativi allo sviluppo del business e alla tutela degli interessi aziendali sui temi economici, normativi, sindacali e del lavoro. Il Gruppo aderisce a 100 associazioni territoriali e alle seguenti federazioni/associazioni di categoria: Confi ndustria Servizi Innovativi, Asstel, Assoelettrica.

Associazione per il supporto Comitato Minori in TV
Telecom Italia Media e MTV hanno sottoscritto nel 2003 il Codice di autoregolamentazione a tutela dei minori in TV. In tale ambito è stata costituita un’Associazione a cui hanno aderito, oltre a Telecom Italia Media, anche Rai, Mediaset, Federazione Radio e Televisioni (FRT) e Aeranti-Corallo per il supporto operativo del Comitato di applicazione degli impegni assunti nel Codice. Nell’ambito del Comitato, Telecom Italia Media ricopre la carica di Vicepresidente in rappresentanza delle emittenti televisive.

Fondazione Ugo Bordoni
Insieme agli altri operatori del settore il Gruppo partecipa alla Fondazione Ugo Bordoni (FUB) che svolge, tra l’altro, attività di ricerca, studio e consulenza nei settori delle tecnologie delle comunicazioni e dell’informazione. La FUB, a cui è riconosciuta per legge la supervisione tecnica delle attività di sperimentazione di trasmissioni digitali terrestri e di servizi interattivi, gestisce numerosi progetti in collaborazione con il Ministero delle Comunicazioni e con altri enti pubblici e privati. I contributi di Telecom Italia alla Fondazione Bordoni sono inclusi nel livello 3 del modello LBG descritto nel capitolo “Comunità” al quale si rimanda.

DGTVi
Telecom Italia Media è associata a DGTVi (Associazione nazionale per il digitale terrestre) insieme a Rai, Mediaset, D-Free, Aeranti-Corallo e FRT.
Da marzo 2008 la presidenza è in capo a Mediaset. Nell’anno 2008 l’attività dell’Associazione si è concentrata sia sulle fasi conclusive del passaggio dalla televisione analogica a quella digitale terrestre, avvenuto in Sardegna il 31 ottobre 2008, sia sui lavori avviati nell’ambito delle taskforce istituite per le regioni che affronteranno tale passaggio al digitale nel 2009: Valle d’Aosta, Piemonte, province di Trento e Bolzano, Lazio e Campania. Si sottolinea che Telecom Italia Media partecipa attivamente a ciascuna task-force.
L’Associazione ha organizzato la quarta conferenza nazionale sul digitale terrestre che si terrà a Roma il 20 e 21 gennaio 2009.

Comitato Nazionale Italia Digitale – CNID
Telecom Italia Media e Telecom Italia partecipano ai lavori del CNID che riunisce tutti i rappresentati della catena del valore del mercato digitale. Il Comitato è presieduto dal Sottosegretario alle Comunicazioni che è affiancato da due vicepresidenti (AGCOM e DGTVi) e svolge la propria attività attraverso quattro diversi gruppi operativi inerenti alle seguenti aree: Tecnica e Sviluppo Reti; Monitoraggio e Dati; Comunicazione e Assistenza Clienti, Problematiche Specifi che del Servizio Pubblico Radiotelevisivo.

FRT
Telecom Italia aderisce alla Federazione Radio e Televisioni (FRT) in qualità di membro del Comitato di Presidenza. FRT riunisce, oltre alle emittenti nazionali e satellitari, 150 emittenti locali e radio.

Distretto dell’Audiovisivo e dell’ICT
Telecom Italia partecipa al Distretto, un Consorzio di circa 60 imprese che operano nei settori dell’informatica, delle TLC, del networking e dei media. Patrocinato dal Comune di Roma, dall’Unione degli Industriali e dalla Camera di Commercio di Roma, si è costituito in Italia per rappresentare le aziende che operano sui temi della multimedialità.

HD Forum
Telecom Italia e Telecom Italia Media hanno aderito in qualità di socio fondatore al Forum sull’alta definizione (HD Forum) che persegue l’obiettivo di promuovere e diffondere l’alta definizione in Italia.

L’adesione al Forum facilita l’aggiornamento costante sulle attività dei competitor (in particolare Sky, Mediaset e Fastweb) relative all’alta definizione e la promozione di iniziative di indirizzo normativo e di standardizzazione.

Auditel
Telecom Italia Media è socio di Auditel con una quota del 3,33% e ha un rappresentante nel Consiglio di Amministrazione e uno nel Comitato tecnico. Auditel è l’unico soggetto riconosciuto in Italia in materia di rilevazioni degli ascolti anche dagli operatori pubblicitari, che valorizzano le inserzioni pubblicitarie sui singoli canali televisivi sulla base dei dati registrati da Auditel.

ANFoV
Telecom aderisce ad ANFoV, Associazione per la convergenza nei servizi di comunicazione a cui partecipano operatori di rete, Internet service provider, autori, editori, produttori di apparati e terminali, fornitori di contenuti, di piattaforme hardware e software, di system integration, di accesso e di servizi, con il fine di dare vita a un tavolo di confronto dialettico per la ricerca di strategie idonee allo sviluppo di un mercato integrato.

Attività di collaborazione con i concorrenti a livello internazionale

Il Gruppo Telecom Italia, a livello internazionale, collabora con diverse organizzazioni e/o associazioni:

  • ETNO (European Telecommunications Network Operators’ Association): associazione di settore che ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo di un mercato europeo delle TLC competitivo ed efficiente attraverso il coordinamento tra gli operatori e il dialogo con le Istituzioni;
  • GSMA (GSMA Europe): associazione che riunisce gli operatori mobili europei e ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo del mercato europeo della telefonia e dei servizi mobili, con una particolare attenzione agli aspetti regolatori;
  • ITU (International Telecommunications Union): agenzia ONU con l’obiettivo di favorire l’elaborazione condivisa tra Governi e settore privato di standard tecnici internazionali, di procedure operative per servizi wireless e di programmi per il miglioramento delle infrastrutture di TLC nei Paesi in via di sviluppo;
  • EIF (European Internet Foundation): fondazione finalizzata a sostenere politiche pubbliche volte al rapido sviluppo di Internet, della banda larga e delle tecnologie dell’informazione; riunisce parlamentari europei, operatori di TLC e manifatturieri, software provider, Internet service provider e content provider;
  • ERT (European Round Table of Industrialists): forum che riunisce 45 leader dell’industria europea al fine di promuovere la competitività e la crescita dell’economia europea;
  • ESF (European Services Forum): associazione comprendente gli operatori europei del settore dei servizi al fine di promuovere gli interessi dell’industria, dei servizi europei e la liberalizzazione dei servizi a livello mondiale in ambito WTO;
  • EABC (European American Business Council): associazione con la finalità di sostenere e facilitare il dialogo transatlantico su temi industriali rilevanti per UE e USA;
  • BRUEGEL (Brussels European and Global Economic Laboratory): centro studi europeo dedicato all’analisi critica dell’economia internazionale, dei principali settori industriali e del ruolo dell’UE nel contesto globale;
  • ETP (European Telecommunications Platform): riunisce operatori di TLC e manifatturieri e ha come fine la promozione e la discussione di tematiche comuni inerenti le telecomunicazioni;
  • BIAC (Business and Industry Advisory Committee): rappresenta le associazioni industriali dei Paesi OCSE.

Il Gruppo Telecom Italia ha inoltre avviato una serie di progetti di collaborazione con Telefonica atti ad approfondire la conoscenza reciproca degli assetti normativi dei due rispettivi mercati domestici e ad individuare la possibilità di intraprendere approfondimenti su tematiche economiche e normative con riferimento al medesimo ambito geografico.