ITA | ENG
Contrasto: Cambia il contrasto dei colori di questa pagina Cambia il contrasto dei colori di questa pagina
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Energia

Di seguito si riportano i consumi di energia di Telecom Italia S.p.A. e del Gruppo secondo le indicazioni di contabilizzazione stabilite dal Global Reporting Initiative – GRI G3 Guidelines.

I consumi diretti per riscaldamento e locomozione e quelli indiretti per acquisto e consumo di energia elettrica sono esposti di seguito.

Riscaldamento
Variazione %
Telecom Italia S.p.A. 2008 2008
su 2007
2008
su 2006
Energia consumata da gasolio MJ 142.647.530 -4,36% -11,80%
Energia consumata da metano MJ 684.483.906 -5,11% -5,74%
Totale energia per riscaldamento MJ 827.131.436 -4,98% -6,84%

Riscaldamento
% di incidenza delle BU sui valori di Gruppo
Gruppo TI 2008 Domestic/BroadBand/ Brasile(*) Media Olivetti
Totale energia per riscaldamento MJ 950.005.158 91,45% 0,27% 8,28%

(*) Nella presente tabella e nelle successive del capitolo Ambiente, nel perimetro Domestic / BroadBand / Brasile, sono comprese le attività domestiche di TLC fi sse e mobili, nonché le relative attività di supporto, i servizi BroadBand in Germania e Olanda, le attività del Gruppo Tim Brasil. A seguito del Decreto del Governo boliviano del 1° maggio 2008 che ha previsto la nazionalizzazione delle azioni di Entel Bolivia detenute dal Gruppo Telecom Italia, Entel Bolivia è stata esclusa dalla rilevazione dei dati 2008.

Consumo di energia per riscaldamento in MJ Telecom Italia S.p.A. Consumo di energia per riscaldamento in MJ Gruppo TI

Autotrazione
Variazione %
Telecom Italia S.p.A. 2008 2008
su 2007
2008
su 2006
Consumo di benzina verde l 10.164.548 -27,63% -40,16%
Consumo di gasolio l 14.509.532 34,58% 62,12%
Totale energia per autotrazione(*) MJ 844.539.630 0,96% -2,45%

(*) Rappresenta la conversione in MegaJoule dei consumi di benzina verde e gasolio espressi in litri. Sono inclusi anche i consumi di GPL (330 litri pari a 9.890 MJ).

L’aumento del consumo di gasolio e la riduzione dei consumi di benzina sono da imputarsi al graduale cambiamento della composizione del parco auto che tende a favorire le autovetture con motori diesel.

Combustibili per autotrazione (litri) - Telecom Italia S.p.A.

Autotrazione
% di incidenza delle BU sui valori di Gruppo
Gruppo TI 2008 Domestic/BroadBand/ Brasile(*) Media Olivetti
Totale energia per autotrazione MJ 1.337.027.854 98,04% 0,62% 1,34%
Numero veicoli e percorrenza
Variazione %
Telecom Italia S.p.A. 2008 2008
su 2007
2008
su 2006
Numero totale di veicoli aziendali n. 21.448 -0,51% -3,09%
Numero veicoli a bassa emissione(*) n. 21.097 -0,52% -3,11%
Percorrenza totale veicoli km 313.946.775 0,63% -0,12%

(*) Veicoli alimentati a benzina verde, eco-diesel, bludiesel, GPL (rispondenti a standard Euro4 o superiore), elettrici o alimentati con altri combustibili a emissioni comparabili o inferiori.

Numero veicoli e percorrenza(*)
% di incidenza delle BU sui valori di Gruppo
Gruppo TI 2008 Domestic/BroadBand/ Brasile(*) Media Olivetti
Numero totale veicoli n. 23.252 98,42% 0,60% 0,98%
Percorrenza totale veicoli km 351.955.120 97,28% 0,97% 1,75%

(*) I dati riportati sono relativi alle percorrenze e al numero di tutti i veicoli (incluse le navi) del Gruppo (industriali, commerciali, in uso ai dirigenti/ quadri) sia in leasing sia di proprietà. Solo per utilizzi significativi e con caratteristiche di continuità d’uso sono compresi veicoli e percorrenze di proprietà o in uso alla forza vendita di Tim Participações.

Percorrenza totale veicoli aziendali - Telecom Italia S.p.A.

Consumi di energia elettrica per il funzionamento di impianti trasmissivi e civili/industriali.

Energia acquistata o prodotta
Variazione %
Telecom Italia S.p.A. 2008 2008
su 2007
2008
su 2006
Energia elettrica da fonti miste(*) kWh 2.093.422.340 -1,34% 0,79%
Energia elettrica da fonti rinnovabili kWh 37.219.674 16,31% 24,07%
Totale energia elettrica kWh 2.130.642.014 -1,08% 1,13%

(*) L’energia elettrica acquistata da fonti miste equivale a 2.079 GWh. L’energia elettrica autoprodotta equivale a circa 14 GWh e proviene da un impianto di cogenerazione che produce anche energia termica per quasi 4 GWh con consumi associati pari a 3,39 milioni di m3 di gas metano.

Energia acquistata o prodotta
% di incidenza delle BU sui valori di Gruppo
Gruppo TI 2008 Domestic/BroadBand/
Brasile
Media Olivetti
Totale energia elettrica kWh 2.561.248.540 97,99% 1,13% 0,88%

Energia acquistata o prodotta - Telecom Italia S.p.A.Totale energia elettrica (%) Gruppo TI

Telecom Italia S.p.A. ha avviato una serie di progetti mirati all’ottimizzazione dei consumi energetici e alla valorizzazione delle fonti di energia rinnovabile. Tra questi ricordiamo:

  • dismissione di tecnologie e piattaforme obsolete, razionalizzazione infrastruttura di rete e aggiornamento tecnologico degli impianti;
  • sistemi di cogenerazione;
  • utilizzo di sistemi di condizionamento alternativi nelle centrali e innalzamento delle temperature;
  • utilizzo di risorse informatiche condivise e virtualizzate;
  • misurazione energetica e controllo da remoto delle sale di centrale;
  • sezionamento del condizionamento di uffici, centrali e Stazioni Radio Base (SRB);
  • rifasamento di impianti per ridurre l’energia reattiva prelevata dalla rete;
  • condivisione di SRB grazie ad accordi di co-siting con altri operatori;
  • riduzione/razionalizzazione degli spazi;
  • sperimentazione di impianti fotovoltaici tradizionali e innovativi;
  • sperimentazione di alimentazioni energetiche miste (eolica e fotovoltaica);
  • acquisto di energia certificata da fonti rinnovabili.

A partire dal 2009 in ambito Telecom Italia S.p.A. sarà attuato un piano di riduzione degli acquisti di energia elettrica basato sulle seguenti azioni:

  • presidio del consumo energetico con l’installazione di contatori orari e sistemi di monitoraggio da remoto per il controllo continuo e in tempo reale sulle centrali telefoniche;
  • ammodernamento degli impianti di alimentazione e condizionamento;
  • incremento dell’autoproduzione di energia tramite impianti di trigenerazione;
  • riduzione delle superfici da condizionare attraverso il sezionamento;
  • innalzamento delle temperature delle centrali telefoniche e delle SRB.

Telecom Italia è tra i promotori dell’EE IOCG (Energy Efficiency Inter-Operator Collaboration Group), un gruppo di lavoro fra gli operatori del settore attivo a livello mondiale (Operatori e fornitori di apparati), volto ad accelerare la diffusione di dispositivi a basso consumo energetico e favorire lo sviluppo di opzioni tecnologiche efficienti attraverso attività di standardizzazione condivise.

L’impegno per il contenimento dei consumi energetici si concretizza anche nella collaborazione alla definizione dei Codici di Condotta sul consumo energetico degli apparati BroadBand e dei Data Center, promossi dall’Unione Europea attraverso il Joint Research Centre (JRC) e dall’ETNO (European Telecommunications Network Operators’ Association). L’iniziativa ha l’obiettivo di definire linee guida e target di consumo degli apparati volti a minimizzare i consumi energetici senza interferire con lo sviluppo tecnologico e la qualità dei servizi.

Indicatore di eco-efficienza

Telecom Italia S.p.A. misura la propria efficienza energetica mediante un indicatore che mette in relazione il servizio offerto alla clientela, semplificato nella misura di bit trasmessi, con l’impatto aziendale sull’ambiente misurato in termini di consumi energetici. Vengono presi in considerazione i valori di traffico dati e voce da rete fissa/mobile e i consumi energetici industriali (per uso trasmissivo e di condizionamento delle centrali), civili (energia elettrica per uso ufficio, condizionamento e riscaldamento sedi) e i consumi per autotrazione.

La tabella che segue mostra l’andamento dell’indicatore di eco-efficienza negli ultimi anni.

Anno kbit/kWh bit/Joule Increm. % anno 200x vs. 200x-1
2004 777.248 216 +58%
2005 1.311.676 364 +70%
2006 2.175.006 596 +63%
2007 3.144.283 873 +45%
2008 4.237.038 1.177 +35%

NeI 2008 il valore dell’indicatore è risultato di circa il 35% superiore rispetto al 2007, superando il target stabilito (1.130 bit/Joule). L’incremento annuale è in progressiva contrazione: le azioni di efficienza energetica e gli aumenti di traffico già conseguiti riducono i margini di ulteriore miglioramento.

L’impegno prosegue con la definizione dell’obiettivo 2009: 1.410 bit/Joule (+20% rispetto al dato 2008).