ITA | ENG
Contrasto: Cambia il contrasto dei colori di questa pagina Cambia il contrasto dei colori di questa pagina
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Relazioni industriali

L’anno 2008 è stato denso di appuntamenti sindacali e di risultati negoziali

Il 14 maggio 2008 l’Azienda ha sottoscritto con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL e il Coordinamento Nazionale delle RSU e il 15 maggio 2008 con UGL Telecomunicazioni l’accordo che definisce il nuovo Premio di Risultato valevole fino al 31 dicembre 2011.

L’importo del Premio, erogato semestralmente, è correlato per il 70% all’andamento economico dell’Azienda (EBITDA) e per il restante 30% al grado di soddisfazione della clientela (Customer Satisfaction) e prevede, a regime, un’erogazione annua al raggiungimento del 100% dei target per il quinto livello inquadramentale di 2.870 Euro.

È inoltre in corso la trattativa con le Organizzazioni Sindacali per la definizione di un terzo parametro di qualità/produttività, diversificato per macro-ambito organizzativo, che sarà introdotto a partire dal 1° gennaio 2009.

Con specifiche intese, l’accordo sindacale sul Premio di Risultato di Telecom Italia S.p.A. è stato esteso a Elettra Tlc S.p.A., IT Telecom S.r.l., Path.Net S.p.A., Telecom Italia Audit & Compliance Services Scarl.

Tale trattativa si è inserita nell’ambito del più ampio confronto relativo alla contrattazione aziendale che ha visto anche la sottoscrizione del rinnovo delle norme aziendali di raccordo con il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. In particolare, i temi interessati dall’intesa sono stati: orario di lavoro e reperibilità, permessi a vario titolo, formazione, malattia, trasferte e buoni pasto, bacheca sindacale elettronica, telelavoro.

Con specifiche intese, l’accordo sul secondo livello di contrattazione di Telecom Italia S.p.A. è stato esteso a IT Telecom S.r.l., Path.Net S.p.A., Telecom Italia Audit & Compliance Services Scarl.

Successivamente sono stati sottoscritti con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL e le RSU competenti gli accordi di secondo livello, sia per la parte normativa sia per quella relativa ai premi di risultato, per le società: Telecom Italia Sparkle S.p.A., Elettra Tlc S.p.A., Loquendo S.p.A., TeleContact Center S.p.A.

A conclusione di un’ampia fase di approfondimenti in sede di Commissioni paritetiche Azienda- Sindacato, il 14 maggio 2008 è stato raggiunto un accordo con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOMUIL e il Coordinamento Nazionale delle RSU in tema di benessere nei call center. I principali interventi di miglioramento delle condizioni di lavoro nei customer care sono focalizzati sui seguenti ambiti: organizzazione del lavoro; valorizzazione, formazione e aggiornamento del personale; ambiente di lavoro; conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Il 15 maggio 2008 l’intesa è stata sottoscritta anche con UGL Telecomunicazioni.

A seguito dell’avvio, il 26 giugno 2008, della procedura di mobilità ex lege n. 223/1991 per un totale di 5.000 lavoratori distribuiti sull’intero territorio nazionale, il 19 settembre 2008 sono state raggiunte presso il Ministero del Lavoro le relative intese con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, UGL Telecomunicazioni, CISAL Comunicazione, SNATER TLC e le RSU.

Tali accordi consentono la collocazione in mobilità, entro il 31 dicembre 2010, di un numero massimo di 5.000 lavoratori secondo il criterio prioritario della maturazione dei requisiti pensionistici nel corso del periodo di fruizione dell’indennità di mobilità e della non opposizione manifestata dai lavoratori interessati alla risoluzione del rapporto di lavoro. L’Azienda inoltre assicurerà ai lavoratori un importo non inferiore alla differenza netta tra il 90% della retribuzione mensile e l’indennità di mobilità di cui all’art. 7 della legge 223/91.

Nell’ambito delle intese complessive, l’Azienda si è impegnata per il biennio 2009–2010 a procedere all’inserimento di 600 lavoratori e, dal 1° gennaio 2009, alla trasformazione in contratti a tempo indeterminato dei rapporti di somministrazione di 300 lavoratori attualmente in forza. Infine è stato anche previsto il passaggio dal part-time 50% al part-time 75% per 1.600 lavoratori di TeleContact Center S.p.A. nel periodo 2009–2010.

Il 28 ottobre 2008 è stato sottoscritto con SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL e le RSU competenti un ulteriore accordo di esperita procedura di mobilità ex lege n. 223/1991 per Telecom Italia Sparkle S.p.A.

L’intesa consente un massimo di 65 uscite in mobilità nell’arco temporale 2008-2010. Inoltre, l' 11 dicembre 2008 Olivetti S.p.A. e Olivetti I-Jet S.p.A. hanno esperito con FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL e le RSU competenti specifiche procedure di mobilità ex lege n. 223/1991 che interesseranno rispettivamente 80 e 25 lavoratori.

A seguito della presentazione alla comunità finanziaria del Piano Strategico 2009-2011, il 10 dicembre 2008 il Piano è stato illustrato ai vertici delle Organizzazioni Sindacali e sono stati calendarizzati successivi incontri di approfondimento per valutare le evoluzioni organizzative e le ricadute occupazionali.

In Tim Brasil gli accordi collettivi sindacali del 2008 sono coerenti con l’attuale scenario economico, politico e giuridico del Paese. L’azienda ha negoziato con le due federazioni che rappresentano la totalità dei dipendenti, la FITTEL e la FENATTEL, tre accordi relativi a:

  • le condizioni economiche e sociali;
  • il programma di partecipazione ai risultati aziendali;
  • la compensazione dell’orario di lavoro. In base a tale accordo le ore di straordinario possono essere usufruite in riduzione della giornata di lavoro o in giorni liberi nei primi tre mesi successivi a quando sono state effettuate; trascorso tale tempo, vengono pagate ai dipendenti.

Nel 2008 è stata negoziata la riduzione della settimana di lavoro da 44 a 42 ore nel 2009 e a 40 ore settimanali nel 2010.
Si evidenzia, infine, l’aumento salariale del 6% riconosciuto a partire da luglio 2009.